Storia

I piccoli puntatori sulla cartina geografica a muro, indicano le diramazioni della rete vendita nel mondo, fra filiali commerciali e uffici di rappresentanza. L'ultimo, è su Abu Dhabi, hub del Middle Est. Gli altri sono sparsi fra Italia, Russia, Stati Uniti, Sud America, Nord e Sud Africa a coprire i 72 paesi dove sono richieste le collezioni e le installazioni su misura, di MASIERO. L'azienda, specializzata nell'illuminazione decorativa d'alta gamma, di Casale sul Sile, nel trevigiano.

Da qui parte tutto. Anche la sua storia che, come nella tradizione del Made in Italy è una storia di imprenditoria familiare, iniziata nel 1981 con il nome Emme Pi Light, sostituito da quello di famiglia nel 2005, con l'ingresso di Enrico Maria Masiero, figlio dei fondatori Paolo Masiero e Marilena Pellizzato. Segnato dal debutto ufficiale nel 2009.

Made in Italy

Fulcro della produzione sono i "Maria Teresa", tipici della tradizione veneziana. Ma i bracci di vetro con le loro volute e i numerosi pendagli e colori, in particolare, con la collezione da esterno DRYLIGHT, ed il nuovo progetto modulare RAQAM di Marc Sadler, sono ora costante motivo di evoluzione tecnologica e ingegnerizzazione. Raggiunta, per il primo, con invenzioni tutelate da brevetti internazionali, che raccolgono la sperimentazione sulle nuove sorgenti luminose, sfruttando le più recenti innovazioni illuminotecniche, e sulle applicazioni della gestione domotica. Innovazioni che hanno portato a combinare le caratteristiche del mondo decorativo a quello tecnico, al pari della luce architetturale. Per interni ed esterni. Un importante passo avanti che, nel 2014 ha indotto Enrico Maria Masiero a dedicare al progetto per esterni una specifica divisione aziendale.

DIMORE e ATELIER, sono i due cataloghi che raccolgono e sviluppano le produzioni correnti di MASIERO, allargate al segno contemporaneo e dirette rispettivamente a soluzioni residenziali e al contract. Ciascun prodotto prende vita all'interno degli stabilimenti, dove la specializzata catena produttiva copre l'intero ciclo, del quale l'ufficio tecnico e la sala prototipi sono il punto focale. Dalla lavorazione dei singoli pezzi grezzi all'assemblaggio, passando dalla verniciatura, finitura e decorazione; dall'impianto elettrico al collaudo fino all'imballo e alla spedizione, il processo è mirato al controllo della qualità e ad accogliere le richieste speciali.

Materiale
La nuova casa Masiero

Le creazioni nascono dalla materia prima lavorata da qualificatissimi terzisti dei distretti italiani ed esteri, poi trasformata e assemblata in casa: ferro, ottone e acciaio per i telai; organza di seta, shantung Le Bock, pongè e damasco per i paralumi; cristallo Asfour, Bohemia, e Swarowski per i pendagli; le rose in ceramica di Bassano. E poi, per le linee più recenti, il legno tornito, la resina ed il metacrilato.

Manifattura e materiali di pregio, capacità tecnica e sartoriale e posizionamento di mercato in fascia alta: sono i differenti aspetti che rendono unico il brand MASIERO.